Mercoledì scorso, 27 luglio, in Iran sono state eseguite le condanne a morte di tre donne per avere ucciso i rispettivi mariti. Una di esse è stata costretta a sposarsi all’età di 15 anni.

Lo ha denunciato l’organizzazione umanitaria Iran Human Rights Group, che parla di ben 32 esecuzioni avvenute nella Repubblica islamica nella sola scorsa settimana.

L’ONG ha fatto sapere che la donna, ex sposa-bambina si chiamava Soheila Abad, era sposata da 10 anni ed è stata impiccata in carcere.

L’organizzazione per i diritti umani ha denunciato anche che molte donne che uccidono i mariti sono reazioni a violenze domestiche quotidiane, che vengono ignorate dai tribunali e che derubricano il movente a “dispute familiari”.

Secondo l’ONG, l’Iran nasconde le vere cifre sull’applicazione della pena di morte e, citando due altre organizzazioni per i diritti umani, ha affermato che lo scorso anno solo il 16,5% delle esecuzioni è stato reso pubblico.

LEGGI ANCHE: Ucraina, prima si sposano, poi si arruolano per difendere il loro Paese.

The post Tre donne giustiziate in Iran, una era una sposa – bambina appeared first on Donnaclick.

Categorie: Moda