Tra due settimane daremo il via alle cinque serate della musica. Dall’1 al 5 febbraio torna l’attesissimo Festival di Sanremo 2022, ma come l’anno scorso dovrà fare i conti con l’aumento dei contagi e con la variante Omicron. Sono stati lanciati degli allarmi dal momento che l’ospedalizzazione sta preoccupando il Paese. Ma cosa accadrebbe se la Liguria entrasse in zona arancione o addirittura rossa?

Sanremo 2022, se la Liguria diventa zona rossa?

Cosa succede se c’è un positivo tra gli artisti? Ricordiamo quanto è successo nel 2021 con Irama. Se ci dovessero essere dei casi di positività al Covid tra i 25 artisti in gara si procederà con la messa in onda dell’esibizione registrata durante le prove generali.

Il protocollo di sicurezza sarà lo stesso dello scorso anno. Nel 2021 il Festival di Sanremo si svolse per la prima volta con l’Italia in piena pandemia e la Liguria in zona rossa.

Non tutti erano vaccinati e la preoccupazione era davvero alta. Secondo quanto riferisce Sanremo News, la Rai ha deciso di replicare anche quest’anno – a prescindere dalla zona di rischio in cui sarà collocata la regione in quella settimana – lo stesso protocollo di sicurezza adottato l’anno scorso, lavorando in sinergia con il Cts per eventuali aggiornamenti.

Sanremo 2022, tutti gli artisti dovranno fare i tamponi

Alla base ci saranno comunque tamponi obbligatori per tutti ogni 48 ore, oltre all’esibizione del Green Pass. Tutti, sia gli artisti che i giornalisti che lo staff, dovranno eseguire un tampone ogni 48 ore e solo una volta ricevuto l’esito negativo otterranno l’accredito per accedere agli spazi del Festival. Chi dovesse risultare positivo al test rapido sarà sottoposto poi al molecolare per avere la certezza del contagio da Covid. Le tende per i tamponi stanno già venendo allestite in alcune zone chiave della città di Sanremo. Al momento non si sa se anche il pubblico (che è stato confermato in Teatro) dovrà sottoporsi al tampone o se basterà il tesserino verde rafforzato e la mascherina Ffp2 indossata.

La capienza dell’Ariston cambia con il Covid19

Sempre lo scorso anno avevamo assistito per la prima volta a un teatro Ariston vuoto, quest’anno invece dovrebbe tornare a riempirsi. Per ora la legge nazionale vede la capienza dei teatri fissata al 100%. Ma come scrive Repubblica, l’organizzazione del Festival e la Rai stanno valutando come procedere.

Ci sarà l’obbligo di indossare sempre le mascherine Ffp2, salvo che durante la diretta, con percorsi specifici per evitare affollamenti dietro le quinte.

Le prenotazioni sono aperte. Dalle 9 alle 14 si può fare la prenotazione degli abbonamenti di platea e galleria del Teatro Ariston per le 5 serate del Festival della Canzone Italiana, con la possibilità per ciascun richiedente di acquistare al massimo due abbonamenti. La richiesta di prenotazione degli abbonamenti per le 5 serate sarà possibile esclusivamente attraverso la scheda compilabile on-line al sito sanremo2022.aristonsanremo.com.

E se a contagiarsi fosse la conduzione?

E se invece a contagiarsi dovesse essere il direttore artistico e conduttore Amadeus, allora forse si assisterebbe ad un caso unico nella storia del Festival. Una conduzione in collegamento da remoto.

The post Sanremo 2022, cosa succede se la Liguria va in rosso? appeared first on Donnaclick.

Categorie: Moda